Repubblica di Slovacchia
Slovenská Republika


 

Forma di governo: Repubblica parlamentare
Capitale: Bratislava (429.000 ab.)
Altre città: Kosice 236.000 ab., Presov 92.800 ab., Nitra 87.300 ab., Zilina 85.400 ab., Banská Bystrica 83.100 ab.
Gruppi etnici: Slovacchi 86%, Ungheresi 9,5%, Romeni 1,5%, Cechi 1%, altri 2%
Paesi confinanti: Polonia a NORD, Repubblica Ceca ed Austria ad OVEST, Ungheria a SUD, Ucraina ad EST
 

Superficie: 49.035 Km²
Abitanti: 5.380.000 (stime 31/12/2003)
Densità: 110 ab/Km²

Monti principali: Monte Gerlach 2655 m
Fiumi principali: Danubio 2858 Km (totale, compresi tratti tedesco, austriaco, ungherese, croato, serbo-montenegrino, romeno, bulgaro e ucraino), Vah 390 Km
Laghi principali: Orava 35 Km² (artificiale), Zemplinska Sirava 33 Km² (artificiale)
Isole principali: -
Clima: Continentale

Lingua: Slovacco (ufficiale), Ungherese
Religione: Cattolica 69%, Atei/Non religiosi 13%, Evangelica 7%, Cattolica greca 4%, altro 7%
Moneta: Corona slovacca
 

Cenni storici ed economici


La Slovacchia nasce il primo gennaio 1993 dalla divisione della federazione Cecoslovacca.
Il distacco è stato pacifico in quanto l’allora Presidente Vaclav Havel ha concesso l’indipendenza alla Slovacchia che si sentiva oppressa e priva di una propria identità nazionale.
L’ordinamento politico è di tipo repubblicano, la lingua ufficiale è lo slovacco, la capitale è Bratislava e la moneta ufficiale è la Corona Slovacca.
La capitale,che si posiziona a ridosso del confine austriaco (quindi notevolmente decentrata dal resto del Paese) è diventata un attivo porto sul Danubio ed un importante nodo di comunicazione.
Qui vi hanno sede numerose industrie chimiche tessili ed alimentari, mentre la realtà della siderurgia si concentra a Kosice, la seconda città della Slovacchia.
Queste attività, ancor oggi esistenti furono create negli anni Sessanta assieme alle aziende che raffinavano il petrolio proveniente dall’Unione Sovietica.
Il punto di forza dell’economia slovacca rimane comunque l’agricoltura (mais, frumento, barbabietole da zucchero, segale patate), la frutticoltura (mele) ed il bestiame (bovini).
Nonostante questo breve panorama, l’economia della Slovacchia appare ancora abbastanza debole e la privatizzazione di terreni ed industrie avviene molto lentamente, in quanto lo Stato ( l'attuale presidente Gasparovic) ha conservato un ruolo di primaria importanza nella pianificazione delle attività produttive.
Di primaria importanza sono alcune attività bancarie-finanziarie più o meno legate al potere politico centrale. Questo ha permesso ad alcune persone di arricchirsi in maniera spropositata.     

                             

 

Il clima e la vegetazione


Il clima della Slovacchia è di tipo continentale, quindi rappresenta sensibili escursioni termiche in tutti i periodi dell’anno.
Un elemento fondamentale è l’umidità sempre molto ridotta, e, ad estati miti ed inverni rigidi, si affiancano autunni freddi e primavere tiepide.
Anche nelle stagioni benevole comunque, è sempre opportuno portare con sé indumenti pesanti, perché col tramonto è facile sentire la differenza di dieci gradi o più, quindi una felpa od un maglione in valigia non sono sbagliati (v. link di indumenti FARABULLI SPA).
La Slovacchia presenta delle distese vaste di campagne ben coltivate e curate, che si estendono per tutto il territorio, con la deprecabile eccezione dell’area centrale vicino alla città di Banska Bystrica. Qui ci si imbatte in zone brulle trasandate e mal tenute.
La vegetazione comunque presenta un patrimonio notevole di risorse boschive e le vedute di alberi e torrenti, che costeggiano alcune strade costellate di fiori selvatici e colline verdeggianti, sono decisamente suggestive.
La parte meridionale del Paese, su cui si estende la fertile pianura è bagnata dal Danubio e dal Vah, suo principale affluente in territorio slovacco
I monti Carpazi (che si dividono in : Monti Beschidi a nord, Alti Tatra e Bassi Tatra al centro e Monti Metalliferi a sud) e il lago di Dukonka sono due punte di diamante della natura della Slovacchia, e si distinguono per incontaminazione e caratteristicità del patrimonio ambientale del Paese.
A differenza di altri Stati anche occidentali, lo sviluppo infrastrutturale ed industriale della Slovacchia, sta progredendo con un processo lento ma evoluto che evita commistioni spesso discutibili di tecnologia ed ambiente ; questo emerge dal rispetto che c’è per il patrimonio naturale coincidentemente con lo sviluppo del Paese (strade, ferrovie, industrie ecc.)
L’orografia consente comunque di effettuare una crescita tecnologica agevole (copertura radioelettrica, produzione di energia pulita tramite le risorse idriche, smantellamento dell’energia atomica, sfruttamento delle risorse del sottosuolo…) (v. link economia ), mentre la morfologia accidentata di alcune aree territoriali ha favorito la conservazione di foreste di latifoglie e conifere , in armonia con le specie faunistiche che popolano le zone disabitate : la lince, il lupo ed un consistente numero di orsi bruni.

La popolazione e l’architettura


La Slovacchia conta poco più di 5 milioni di abitanti con una parte prevalentemente femminile.
Nel paese primeggia l’insediamento rurale con poche realtà urbane :la densità media è di 110 abitanti/kmq.
Gli Slovacchi rappresentano l’85% della popolazione ; è presente una forte minoranza di ungheresi (600.000) oltre a zingari tzigani e in misura minore cechi, polacchi ed ucraini.
L’architettura e l’arte della Slovacchia sono prevalentemente di tipo gotico, con rare espressioni di neoclassico e/o barocco.
I centri storici, sono ben conservati e presentano palazzi d’epoca curati, con una preponderanza di castelli notevole; la Slovacchia è il primo Paese come numero di castelli in proporzione all’estensione territoriale.
Oltre alle bellissime Bratislava e Kosice (raggiungibili anche con Sky Europe), meritano di essere viste anche Trencin, Nitra, Zilina e Banska Bystrica, passando anche per Trnava, soprannominata “la piccola Roma” per la presenza di mura di fortificazione di epoca medievale.

Le Donne

Le donne in Slovacchia – come in altri Paesi est europei – hanno una bellezza raffinata, caratterizzata da visi dolci e fisici snelli ma procaci, contornati da capelli spesso lunghi e ben curati.
La loro pulizia è eccellente e la loro apparenza è seducente ma nello stesso tempo dolce e naturale, infatti non sono per niente artefatte ed il make-up appare sui loro visi come una ventata di fresco, il che sta a significare che non necessitano di artifici di alcun tipo per migliorare la loro immagine, già positiva, con una percentuale del 75-80% di ragazze belle (in Italia arriviamo al massimo al 5%).
Il metodo ideale per avere successo con le ragazze è la conoscenza della lingua ed un comportamento simpatico ma serio, dolce ed educato.
Per chi non avesse queste caratteristiche (particolarmente la lingua, idioma difficile conosciuto da pochi eletti) FARABULLI SPA consiglia comunque un approccio di tipo soft come detto sopra.
ESEMPIO PRATICO . Una ragazza cammina per strada e si ferma davanti ad un negozio.
In questo caso è opportuno chiedere :” Dove va?” (inglese o tedesco sono abbastanza capiti, almeno nelle locuzioni di base).
In questo caso spesso la risposta è relativa alla destinazione e da qui si può cominciare un dialogo che spesso sfocia nella conoscenza.
Se invece si fosse chiesto “Posso accompagnarTi?” la risposta sarebbe stata quasi sicuramente negativa con un preclusione a priori della conoscenza.
DOVE. Le conoscenze delle ragazze sono fattibili in posti molteplici : supermercati, bar e ristoranti, negozi, oppure direttamente per la strada, anche se per gli italiani questa ultima possibilità risulta alquanto anomala ed inattuabile.
In Slovacchia invece le modalità succitate nei posti riportati sopra sono le migliori, in quanto i pubs e le discoteche sono posti dove le ragazze sono spesso accompagnate, pertanto le possibilità sono più ristrette e qualche rischio non è da escludere totalmente anche se, la Slovacchia è un posto mediamente abbastanza tranquillo e sicuro, popolato da gente aperta e buona.
Una tattica valida è invitare le ragazze a pranzo o cena in un ristorante abbastanza elegante, anche perché i costi sono tuttora contenuti e spesso le donne locali sono così discrete che declinano l’invito dando un appuntamento postumo al pasto.
Le slovacche sono molto puntuali agli appuntamenti (sono tedesche da questo punto di vista) e se non sono interessate tendono a dirlo, escludendo quindi con larga maggioranza i “bidoni”.
Un consiglio comunque è quello di accordarsi molto bene sull’ora e sul posto dell’incontro ripetendo questi dettagli anche più volte, in quanto emerge spesso una notevole incapacità comunicativa dovuta alla difficoltà della lingua ed alla non eccelsa diffusione di inglese e tedesco.
COSTI.
Oltre a quanto detto sopra riguardo al ristorante i costi di tassì e ingresso nei locali è modesto ed un sistema per evitare di spendere molto, è quello di acquistare una SIM card locale, in modo da chiamare le nuove conoscenze a prezzi convenienti, poichè le tariffe italiane, caricate dal roaming internazionale sono ancora molto care.
Oltre a ciò sottolineiamo che è sempre opportuno contrattare il prezzo prima di salire in un tassì, per evitare spiacevoli sorprese una volta giunti a destinazione. Inoltre sappiate che le forze dell’ordine non daranno mai ragione ad uno straniero.
Lo straniero però è visto bene dalle donne, che avvisano ancora un pochino il fascino latino dei ragazzi del “bel paese” che sono comunque più romantici e simpatici dei ragazzi autoctoni.
Su di essi non esprimo un giudizio preciso, anche se mediamente non posso parlare male. Offrire comunque una birra può essere un buon veicolo per scongiurare rotture di scatole, o meglio, può dimostrarsi un aiuto in più per fare opportune conoscenze.
Un modo valido di approfondire la conoscenza è quello di far emergere la dolcezza italiana : ciò può avvenire con la proposta di visitare i posti tipici della città in cui ci si trova, (cattedrale castello ecc.) sottolineando il proprio interesse alla cultura, arte e tradizioni della Slovacchia. Tutto ciò rappresenta una leva fondamentale nella conoscenza di una ragazza locale,infatti le donne sono tutte caratterizzate da una fortissima identità nazionale e dall’attaccamento alle proprie usanze e costumi.
MENTALITA’. Le ragazze Slovacche sono mediamente molto intelligenti ed acculturate, quindi parlare di Reality show e porcherie del genere (che fortunatamente là sono ancora poco diffuse) è deleterio. A differenza delle italiane loro credono ancora in valori veri come l’amore, la famiglia e l’amicizia e lo”sfruttamento” per “interesse” si fa vedere molto di rado.
I discorsi da affrontare (qualora le difficoltà linguistiche lo permettano) sono i più molteplici :si spazia dalla storia all’attualità, dalle automobili alla moda, dall’economia alla politica e così via; comunque si trova mediamente sempre una risposta mirata a ciò di cui si sta parlando.
Le Slovacche comunque sono caratterizzate da una larga fetta di ragazze un po’ “instabili”, nel senso che tendono a cambiare in maniera repentina comportamento nei confronti di chi frequentano, quindi è bene non farsi trascinare da sogni ed illusioni, solo perché ci si è fatti una pomiciata in discoteca o per la strada.
Comunque sono ragazze sincere che non approfittano dei turisti che frequentano le zone dell’est, anche se comunque sottolineo che è bene mantenere un comportamento coerente e corretto, senza ubriacarsi o peggio (in linea con i sani principi di FARABULLI SPA) in modo da avere sempre la lucidità necessaria per valutare acutamente tutte le situazioni.
Le risposte ad altre domande le potete avere sul forum, che viene aggiornato quasi quotidianamente.
 

DOVE ANDARE


BRATISLAVA

 

Se visitate la capitale il primo consiglio è quello di contrattare e definire sempre il prezzo prima di salire su un tassì, anche se l’esercente sembra essere arrendevole e cortese; così facendo si evitano brutte sorprese una volta giunti a destinazione!
Questa è una regola basilare in tutti i paesi PECO, ma soprattutto nelle capitali, dove i turisti sono più numerosi.
La capitale ha un centro storico ricco e ben curato   (il president davanti al teatro) anche se non ha la maestosità, la ricchezza e l’estensione di Budapest o Praga.
La vita notturna presenta delle opportunità interessanti con discoteche dove non è difficile conoscere belle ragazze : oltre al “Cirkus Barok” e al famoso “Laverna” noi consigliamo il locale “Harley Davidson”’ in quanto oltre alla ricchezza di fauna ed alla bella musica si affianca la presenza ridotta di italiani; altrettanto non si può dire riguardo le prime due citate.
Un locale tipico dell’Europa orientale è il “Casey” a 5 minuti di tassi dal centro.
Belle tipe si trovano anche all’ “Habana,” situato sotto la torre ,dove suonano musica latino americana. Nella città degli studenti è valido ed economico il “club 39”e da non perdere, particolarmente il sabato sera è il locale “Sparx” a 5 minuti a piedi dall’Hotel Kiev. L’ingresso (100 Skk) si paga solo al sabato, la musica è discreta e di bellezze locali ce ne sono a vagonate.
Se poi si hanno esigenze particolari…i night clubs non mancano.
Oltre al Casanova (a furor di popolo uno dei migliori!) è sufficiente chiedere informazioni ad un tassista che Vi può guidare in tanti locali (alcuni sono anche 24h no stop) di questo tipo che sono spesso fuori mano e poco visibili, quindi difficili da trovare per i non autoctoni.

Per mangiare bene senza spendere tanto consiglio di evitare la zona del centro storico anche se il Ristorante “Senator" (ex. La Dolce Vita) e il “Jazz Cafè” offrono un menu variegato con un prezzo contenuto ed una qualità elevata.
Inoltre sono validi il “Divesta” situato nella via Lauriska 8 ( di fronte all’Alligator Rock Pub) oppure lo Slovak pub, in obchodnà 62 che offre a prezzi buoni un menù ampio anche per i vegetariani. Se volete un ristorante italiano trovate nella zona centrale il ristorante “Ohohoo” (prezzi modici) oppure il “Paparazzi” abbastanza caro caratterizzato dalla statua dell’omonimo personaggio all’ingresso.
Citiamo per i sovietici amche il “KGB” situato al 52 di obchodnà. Oltre alle statue di Stalin e Lenin si mangia un ottimo goulash e si beve la caratteristica “Barovickà”.
Sempre nel centro vale la pena di bere un caffè nell’elegante “Cafè Mayer”, che oltre alle eleganti tende e tovaglie, affianca un arredamento in stile e un sottofondo di valzer viennesi.
cattedrale veduta dall'alto,  un palazzo d'epoca di fronte al Cafè Meyer parlamento

Dormire a Bratislava non è né difficile né costoso, seguendo le regole dette sopra.
In zona semicentrale ha un prezzo abbordabile l’Hotel “Baronka” oppure si può optare per l’hotel “Taxis” , che è nella strada che porta al quartiere collinare di Mlinska Dolina, solitamente popolato da studenti.
Inoltre, volendo spendere poco, ci sono gli ostelli Arcus e Patio, mentre salendo di categoria e di prezzo sono validi l’hotel Ibis ed il Kiev.
Tutti gli alberghi citati sono in centro dove, volendo fare i gran signori si può dormire all’hotel Carlton oppure al Tatra od anche al Forum. Le spese però sono più sostenute.
E’ comunque opportuno scegliere un albergo dotato di parcheggio interno e come regola generale si consiglia di non usare troppo l’auto, particolarmente di notte e soprattutto se si esce dal centro. Ci sono linee di autobus anche notturne e chiedere alla reception o al tassista i contatti giusti per muoversi sono i passi giusti per ottimizzare tempi, costi e spostamenti.

Fare acquisti a Bratislava non è molto conveniente, infatti i supermarket “Tesco”, “Carrefour” ha dei prezzi bassi ma non eccezionali,pertanto è consigliabile cercare negozi in altra città. (Il primo citato è aperto 24 ore)
I souvenirs invece è opportuno acquistarli nelle bancarelle site nel centro storico della capitale, non solo per i prezzi interessanti ma anche per la scelta pressoché infinita di oggetti disparati con cui ricordare questa bella città e decorare la Vostra casa.

 

NITRA

Situata a 90 km da Bratislava in direzione Est, la città di Nitra è facilmente raggiungibile per la presenza dell’autostrada.
Conta circa 100.000 abitanti ed è un buon “punto di raccolta” dei paesi vicini (Hlohovec, Lehota, Topolcany ecc), quindi fare nuove conoscenze non è per nulla difficile, particolarmente nella via centrale (v. foto) dove sono disseminate decine di negozi e numerosi bar.
La vita notturna a Nitra ha una ricchezza notevole, ma solo nelle serate di mercoledì e sabato, anche se la vera “punta di diamante” è il venerdì sera.
Questo modus vivendi è diffuso in tutta la Slovacchia ma a Nitra si percepisce in maniera più marcata.
Le discoteche sono dislocate nel centro cittadino, quindi utilizzare l’auto per muoversi è superfluo,anche per la sicurezza della città, che non presenta particolari motivi di preoccupazione. L’unica avvertenza è quella di non transitare dietro al teatro soprattutto di notte in quanto tale loco è spesso popolato da personaggi “alternativi”.
Il miglior locale dove è opportuno fare nuove conoscenze è il “Mexiko”, tuttavia anche il “Barracuda”, il “Devil’s Pub” ed il “Rio” sono abbastanza indicati per trovare compagnia.
Meno frequentati, ma degni di menzione e di visione sono Il “Pub 33”(valido al pomeriggio) e lo “Zoom”, che possono essere posti da frequentare se si è già accompagnati e non solo per conoscere.
Posti interessanti per operare nuove conoscenze sono i negozi della via centrale e le gelaterie “Venezia” e “Casa mia” situate su tale arteria.
Per altre esigenze indico i night clubs “Eliza” e “Eden”, sempre nella zona centrale, mentre per i più volenterosi cito il “Lola”, a 18 km da Nitra sulla strada che porta a Zlate Moravce”.
Dal punto di vista architettonico Nitra non offre un granchè, fatta eccezione per il castello, il palazzo del comune, l’edificio delle poste,   le due chiese, una delle quali sulla collina accanto al castello e . la sinagoga


Il rapporto qualità – prezzo di Nitra è ancora molto conveniente e per mangiare bene a prezzi contenuti è sufficiente recarsi al “Mexiko” (diventa discoteca dopo le 22.30) oppure al nuovo ristorante adiacente alla gelateria “Casa mia”.
Un ristorante molto frequentato dalla “Farabulli spa” è il locale italo-slovacco “Boccaccio” situato in centro vicino alla sinagoga.
Volendo spendere un po’ di più vale la pena di fare un salto anche al “Palladium”, locale di alta qualità come il Boccaccio, situato vicino all’Università.
Altri locali di ristoro sono la Pizzeria “Neapoli” in centro città, oppure l’elegante ristorante “Capital” situato a pochi metri dal “Boccaccio” senza dimenticare il gigantesco ”Hoferka”, situato fuori città nella strada che porta a Hlohovec.Sempre in una laterale del centro è valido il ristorante “Patriot” che affianca un prezzo contenuto ad un ambiente elegante curato e raffinato.
Di fronte poi all’Irish pub (laterale del centro di fronte al teatro) si trova anche il ristronatino “Herka”.situato fuori città nella strada che porta a Hlohovec
Una caffetteria elegante e particolare è il “Bonsai caj”, situato di fronte alla Sinagoga nel locale occupato precedentemente da una libreria (Dom knihy).
Qui, oltre a degustare una delle numerose qualità di the orientale, potete rilassarVi nell’atmosfera di un ambiente originale con un sottofondo di musiche soft.

Dormire a Nitra è molto semplice e poco costoso, inoltre gli hotels dotati di parcheggio interno sono un larga maggioranza.
Molto frequentato da Farabulli spa è l’hotel Moretti, dotato anche di un ottimo ristorante, gestito da un autoctono amico del Presidente che parla bene l’italiano; in alternativa ci si può sistemare anche all’Atrium o allo Zobor, oppure all’Olympia che però non è in posizione molto centrale (1 km a piedi).
Sono validi anche il Capital (abbiamo già citato il ristorante) e il Centrum anche se qui il costo è un po’ più alto.

Fare acquisti a Nitra rappresenta una ghiotta opportunità, in quanto si trovano prodotti qualitativamente alti con prezzi contenuti ; parliamo di abbigliamento e cd musicali,alimentari ed oggetti per la casa.
Un giro per i negozi e poi al Tesco Vi può chiarire le idee su acquisti e vi può anche dare la possibilità di farsi consigliare da qualche avvenente cassiera o inserviente.



TRNAVA



Denominata “La piccola Roma”, per la presenza di mura di fortiFICAzione di epoca medievale,(v.foto)

è una cittadina di circa 50.000 abitanti situata a metà strada tra Nitra e Bratislava.
Il centro storico, ricco di monumenti e ben curato (v. foto) si staglia dopo una bella piazza (v.foto) su cui si trovano alcuni locali (bar, ristoranti, sala giochi); in questi posti si raccolgono utili informazioni sulla vita notturna che presenta opportunità ridotte per la presenza esigua di nights e discoteche. (la via dei negozi)
Tuttavia la qualità delle ragazze che popolano o frequentano Trnava è notevolmente alta.
Cito un aneddoto.
Durante il viaggio non c’è 2002 senza 2003 Il President assieme al Responsabile affari esteri ed al Responsabile Progetti Ricerca e Sviluppo si recò in visita a Trnava, frequentando nel pomeriggio un paio dei locali citati sopra…
Fu così difficile distogliere gli sguardi e le attenzioni del Responsabile affari esteri verso 2 dolci signorine che il President e l’altro Socio dovettero quasi intervenire con la forza…
Questo serve a dimostrare – in linea generale – la qualità delle donne di Trnava.

SERED & SENEC


Sono due piccolissime città sempre nella zona compresa tra Bratislava e Nitra dove non ci sono né centri storici né attrattive di alcun genere.
I Farabulli tuttavia avevano perfezionato un paio di conoscenze di cui riportiamo un documento fotografico. (presidente oscurato per motivi di sicurezza)

LEVICE

Cittadina della zona meridionale della Slovacchia, vicino al confine con l’Ungheria.
Conta circa 45.000 abitanti e dal punto di vista architettonico e faunistico non offre un granchè, soprattutto per le strutture pesanti delle centrali nucleari che si stagliano sulle colline sovrastanti.
Anche qui non è difficile conoscere belle ragazze e la presenza di sala giochi – bar con pista di bowling può rappresentare un interessante diversivo per approfondire la conoscenza. Non lontano da Levice si trova il locale “Casablanca” aperto dalle 21.00 alle 05.00.
Il rischio di Levice è quello di imbattersi in conoscenze sbagliate, principalmente per la presenza di personaggi di spicco dell’economia e dei poteri forti del Paese che trovano in Levice un punto d’incontro di notevole importanza.
In buona sostanza frequentare altre città della Slovacchia è un consiglio che caldeggiamo insistentemente, anche perché, sottolineiamo quanto detto sopra, cioè l’aspetto urbano non ediFICAnte e la presenza di donne non così eccellente come in altri centri.

BANSKA BYSTRICA
 

Questa città che conta oltre circa 100.000 abitanti si posiziona nel centro della Slovacchia, ai piedi dei monti Tatra.
Arrivando da Ovest (da Nitra per Esempio), si possono ammirare stupendi paesaggi di fiumi e boschi percorrendo una strada in buone condizioni (l’autostrada è aperta solo a tratti in quanto non è ancora completa), mentre se arrivate da Nord (dalla Polonia) ai paesaggi meravigliosi delle montagne si contrappone una zona di campagna degradata e alquanto sporca che peggiora sempre più man mano che ci si avvicina alla città.
Nonostante questa deprecabile eccezione la città si presenta curata e pulita, ricca di architettura ed arte che contornano una piazza molto bella che ricorda (anche se più piccola e meno ricca) la Vaclavske Namesti di Praga.
La zona del centro, ricca anche di bar e negozi (con prezzi molto convenienti) offre l’opportunità di fare nuove conoscenze per la presenza di una quantità abnorme di belle ragazze.

Vale la pena fare visita al “Caffè Walter”, locale italiano ma gestito da autoctoni; oltre all’ottimo caffè ed ai pasticcini è particolare l’ambiente, ricco di quadri ed immagini suggestive.
A questo si unisce la possibilità di svolgere una vita notturna abbastanza vivace anche se i locali di Banska Bystrica non sono eccellenti sia come nights che come pubs o discoteche. Come night club è valido il “Romeo & Juliet” anche se difficile da raggiungere in quanto abbastanza fuori mano.
A differenza di Nitra i locali di Banska sono meno visibili ed alcuni sono situati in posizione non centrale. Vale la pena di chiedere ad un tassista tenendo presente i consigli citati all’inizio.
Per dormire Farabulli spa consiglia la pensione Expo, distante 300 metri dalla piazza ; qui, oltre al prezzo contenuto si ha anche la possibilità di posteggiare l’auto in un cortile interno.


TRENCIN ( in aggiornamento )


KOSICE

 

La seconda città della Slovacchia dopo la capitale si trova nell’estremo est del Paese a 450 km da Bratislava.
Kosice si posiziona a 30 km dal confine con l’Ucraina e forse anche per questo ha avuto sviluppo l’attività siderurgica coadiuvata dalla presenza di miniere di materie prime situate nelle vicinanze.
Kosice offre molto dal punto di vista artistico-culturale, ma spicca per importanza la Cattedrale gotica del centro.
Oltre alla cattedrale  risalente al 1350 circa  è degno di menzione anche il castello, posteriore di alcuni anni. 
Queste bellezze del centro storico sono inserite in una cornice di parchi e fontane che rendono la città ancora più bella ed accogliente.
La città si presente pulita e vivace, e la mondanità si sviluppa nelle vie Alzbetina e Kovacska.
Quest’ultima è la via più importante della vita notturna e  di svago di Kosice.
Qui sono situati il locale “Jazz club” e la discoteca “Retro club” che sono degne di menzione.
Volendo allontanarsi di poco dal centro troviamo il moderno ed accogliente locale da ballo “Ibiza”, inserito nella struttura di un centro commerciale che ospita anche una grande sala giochi con tanto di bowling.
Dormire a Kosice non è costoso ed oltre al centralissimo (non economico) Hotel Zlaty Dukat (4 stelle) si affianca l’altrettanto curato e lussuoso Hotel Teledom della catena Best Western, frequentato da Farabulli spa .
Quest’ultimo hotel merita un giudizio particolarmente positivo sulla bellezza e professionalità delle receptionists, in linea con la fisicità femminile di Kosice, decisamente eccezionale.
La città presenta una molteplicità di ristoranti bar e caffetterie.
Oltre alla gelateria Trieste e al risorante con menu italiano “Carpano” (vicino alla cattedrale) per gli affezionati al tricolore, il ristorante di lusso “Le colonial” rappresenta un ottimo punto di riferimento per pranzo e cena.
Nonostante il locale elegante ed il servizio impeccabile il prezzo è accessibile, il cibo è validissimo ed invitare una nuova conoscenza a cena al “Le colonial” può sortire un buon effetto.
Per le esigenze particolare citiamo i night clubs “Jordan” (a 7 km dal centro in direzione Presov), Il centrale “Marylin” (che prevede il costo d’ingresso di 13 euro) e il decentrato “Paris”, il migliore di Kosice.
Un locale molto particolare è in night “R-club”, sconsigliato da Farabulli spa, per motivi che su questo sito non possiamo citare.
Da non perdere sono il parco adiacente al castello e le vicine piscine con campi di beach volley.In questo complesso sportivo e ricreativo non è difficile contabilizzare nuove e proficue conoscenze al presso d’ingresso di circa 1 euro.Qui ricordiamo che è presente un appuntamento settimanale con 2 mongolfiere che offrono a prezzi accessibili una veduta dall’alto della zona.
La popolazione di Kosice rappresenta una fonte immensa di belle ragazze ma allo stesso tempo bisogna fare attenzione alla presenza di minoranze etniche di origine zingara che non vedono molto di buon occhio gli stranieri.


 

PRESOV  

E' situata nella valle del fiume Torysa, alla confluenza con il suo immissario Sekcov. Prešov è a soli 33 km a nord di Kosice, ed è collegata con questa città tramite un'autostrada.

Popolazione ed architettura

Il 93,7% degli abitanti sono slovacchi ma tra le minoranze più significative ci sono ruteni (1,4%), zingari(1,2%) e cechi (1%). Le retribuzioni medie e il tasso di occupazione a Prešov sono sotto la media nazionale; le più importanti industrie della città includono imprese di ingegneria meccanica,energia elettrica ed industria del vestiario. Nella città opera anche l'unica miniera di sale della Slovacchia, grande come quella polacca di Cracovia

Prešov è una città importante sotto il profilo culturale: nella nuova sede del Teatro Jonáš Záborský si tengono concerti, opere, operette e opere teatrali, come anche avviene nella vecchia sede del teatro.

La città mostra elementi di barocco, rococò e architettura gotica. Nell'antico centro (Staré Mesto), sulla via principale si affacciano chiese e numerose case antiche costruite in questi stili. Fra queste spicca la concattedrale di San Nicola al centro della strada maestra. Nei quartieri periferici, invece, l'influenza sovietica è tragicamente evidente, nei casermoni popolari spogli; l'architettura socialista è anche evidente in alcuni palazzi governativi vicino al centro.

Cenni storici ed economici

 

I primi riferimenti a una scuola in città risalgono al 1492 Nel 1572 iniziò ad essere operativa una miniera di sale a Solivar (a quel tempo una città vicina a Prešov, mentre oggi ne fa parte). L'accresciuta importanza della città la fece diventare nel 1647 sede del comitato di Saris

Nel 1873 fu costruita la prima ferrovia che attraversava la città. Alla fine del XIX secolo furono introdotti l'elettricità, il telefono,, il telegrafo e il sistema fognario. Nel 1887 un incendio distrusse gran parte della città. Nel 1918 Prešov, come il resto della Slovacchia, divenne parte del neonato stato della Cecoslovacchia, ma in seguito al Primo arbitrato di Vienna molte istituzioni si trasferirono da Košice (che era stata annessa all'Ungheria) a Prešov, dando maggior importanza alla città.

Durante gli anni del regime comunista dopo il 1948, la città divenne un centro industriale. La popolazione crebbe rapidamente da 28.000 persone nel 1950 a 52.000 nel 1970 e 91.000 nel 1990

 

 

 

 

Mangiare a Presov non è difficile né costoso e le strade del centro (Stare Mesto) offrono molti locali aperti mediamente tutti fino alle 22.00.

Il miglior locale di ristorazione è denominato“Trattoria”(www.penziontrattoria.sk penzion@penziontrattoria.sk) situato in Ulica Tracska 5 in posizione semicentrale (tel. Fisso 00421 051 7763020 mobile 00421 908971401 oppure 00421 911213679)

 

Dormire a Presov è semplice ed economico, tuttavia, la vicinanza di Kosice  (30 km con autostrada) permette di raggiungere la città in serata senza grossi problemi.Kosice offre una scelta di hotel più ampia e variegata.

 

 Alcuni locali per trascorrere la serata sono dislocati lungo la via centrale, molto caratteristica , pulita , accogliente e sempre ben illuminata.

Il locale più chic (dove è facile contabilizzare nuove conoscenze) è il “Ponorka”, vivamente consigliato da Farabulli spa.

 

ZILINA

Centro storico by night.                                     

 

centro storico by day.

Questa bella cittadina del Nord offre un centro storico vivace e ben curato (v.foto), pertanto Farabulli spa consiglia una visita, anche per la fauna che gira per il centro , decisamente valida ed affabile.
La zona del centro, ricca di bar e negozi
offre la possibilità di dormire all’hotel Majovej oppure all’Hotel Europa o al Gold Wings.
Sempre nella zona del centro, volendo fare i lords inglesi si può optare per l’albergo-ristorante “Grand Hotel”, ambiente lussuoso a 4 stelle.
Come locali per il divertimento c’è il “Kelt pub” nella laterale Ulica Jana Milca oppure l’Infinity disco. Sempre nella via centrale (Ulica Narodna) ci sono le pizzerie italiane denominate Pizzeria Carolina e Pizzeria Piccolo.
Nella piazza Marianske Namestie
sono situati casinò, bar e ristoranti di ogni genere; qui ovviamente i prezzi sono un po’ meno convenienti.
Vale la pena di visitare il ristorante “02”locale originale dallo stile innovativo situato in Ulica Dolny Val. Inoltre presso la piazza del teatro
si trova un punto informazioni per turisti.     non distante dal campanile.
Un locale a luci rosse è il Divoki Anjeli, situato in Ulica Rudnaya 79 nel quartiere “Solinky” di Zilina. Aperto dalle 10.00 alle 05.00 è facilmente raggiungibile anche senza taxi. In questa zona c’è anche una pensione denominata “Hotel Kamelia”.

STRECNO

Paesino del Nord (13 km da Zilina) che citiamo solo per la presenza di un bel castello, abbarbicato sulla cima di un monte, offre solo un motorest, dove si mangiano zuppe prelibate e un night club denominato “Riviera” ricco di bellezze locali.


VRUTKY

Paesino situato nella strada “E 50” che va da Zilina a Martin e distante 2,5 km da quest’ultima viene citato per il ristorante in legno “Koliba” e il vicino locale “Senzi club”.

KREMNICA

Altro paesino del centro-nord situato a 30 km da Zvolen. Presenta una bella chiesa ed è una famosa località termale.


KRUPINA

Oltre alla bella piazza del Municipio la cittadina presenta un vasto centro commerciale, un punto gas per auto un’ottima gelateria e proseguendo 6 km in direzione Zvolen, si incontra il locale “Marilyn”.
Proseguendo in questa direzione ci si imbatte in una suggestiva strada di montagna in cui, oltre ai ricchi boschi, capita di vedere anche qualche lepre e qualche volpe.
 

 

ZLATE MORAVCE

 

Piccola città a 30 km da Nitra in direzione est che non offre molto dal punto di vista artistico, fatta eccezione per la chiesa situata nella zona centrale.

Il “centro” (se così si può definire) è rappresentato da un viale con alcuni negozi e 2 pubs – situati  vicino alle poste – che  sono gli unici punti di ritrovo della gioventù locale.

Zlate Moravce comunque rappresenta una zona ricca di bellezze autoctone ed è poco frequentata da italiani.

Per mangiare e dormire ci sono gli Hotel Vion ed Eminent,  già frequentati dai Farabulli: queste 2 strutture offrono un ottimo servizio di ristoro e pernottamento con costi molto contenuti.

A livello di locali (oltre ai 2 pubs del centro succitati) ci sono le 2 piccolissime discoteche denominate “Basta” (vicino alla stazione dei bus) e Ocean, in una laterale della via centrale.

Interessante da vedere è il castello di Topolcianky, frazione di Zlate Moravce, distante 5-6 km. Qui si trova anche un ristorante elegante e raffinato dove si mangia bene senza spendere troppo.

Se poi si hanno esigenze particolari si trova il “Lola”, locale a luci rosse situato in località Beladice in direzione Nitra. (12 km da Zlate Moravce).

 

TOPOLCANY

 

 

Altra piccola città situata a 30 km da Nitra in direzione Nord.

Fatta eccezione per le due vie del centro con un bel Municipio ed una Chiesa protestante, Topolcany non offre un granchè.

Può essere opportuno dormire al “Grand Allen”, pensione inserita nel centro commerciale e mangiare all’Hubert, onde evitare di imbattersi in altri hotel e ristoranti “vecchio stile”.

Per mangiare e passare la serata prima della discoteca è doverosa una tappa all’Irish pub, dove oltre alla birra ed alla bella musica si possono effettuare nuove amicizie soprattutto se si è aiutati da Jano, storico barista del locale amico dei Farabulli.

Si possono conoscere belle ragazze nelle discoteche “Barracuda” e “Nevada” inoltre d’estate molta gente va a ballare nelle 2 discoteche in mezzo al bosco situate vicino al lago di Dukonka. I 2 locali fuori città sono facilmente raggiungibili e un tassì costa 4/500 corone.

Per Dukonka è consigliato il tassì, in quanto le strade dissestate e poco illuminate si presentano pericolose se non si conoscono bene.

Se poi si hanno altre esigenze c’è in centro il locale “Thereza”, analogo al “Lola succitato.

Originale e divertente il Casinò, dove non è difficile fare qualche nuova conoscenza.

Non molto distante da Topolcany, in direzione ovest si trova la località di Piestany, nota per gli impianti termali                 

                                           

PIESTANY

 

Località facilmente raggiungibile a circa 30 km da Topolcany e 53 da Nitra è situata al di là del fiume Vah ed è famosa per le terme che sono tra le più antiche d�Europa, infatti risalgono al 1910.

Per approfittare al meglio delle terme è bene informarsi nelle receptions dei vari hotels : in ognuno di essi è presente la zona termale col �pacchetto benessere� più consono alle proprie necessità o ai servizi più interessanti.

Si parla solo slovacco anche se stanno prendendo piede inglese e tedesco.

Sono accettate le carte di credito ed è possibile cambiare i soldi in hotel ad un tasso discretamente buono.

Per godere appieno delle terme è consigliabile un �pacchetto di soggiorno� di tre gg.

Gli alberghi sono numerosi e il compromesso qualità-prezzo presenta opportunità per tutte le tasche.

Alcuni alberghi abbastanza ben tenuti sono Il Balnea Splendid (4 stelle) ed il Balnea Grand (3 stelle). Per altre info sugli hotel vai al sito  www.spapiestany.sk

Tutti gli hotel però non hanno un impianto di riscaldamento eccezionale quindi è opportuno portarsi un pigiama.

Si mangia bene all�Irish pub, anche se il prezzo non è estremamente conveniente, mentre per bere qualcosa e fare nuove conoscenze consigliamo il Diego Bar (votato 3 stelle e mezza dai Farabulli).

Il centro ricorda un po' quello di Nitra, quindi è semplice fare acquisti e trovare qualche ristornate o bar-caffetteria per ristorarsi e/o fare nuove conoscenze

 

                                                                                                            Piatti Tipici

In Slovacchia si trovano molti ristoranti che offrono le specialità tipiche slovacche, ma anche le specialità dei paesi confinanti. In particolar modo è proposta la cucina ungherese, ceca e austriaca che hanno influenzato la cucina originale slovacca.
Il piatto slovacco più caratteristico è il "bryndzové halušky"(foto). I menu dei ristoranti offrono le minestre tipiche slovacche, come per esempio: la minestra di aglio, cipolla, di patate, crauti, fagioli, lenticchie, funghi, etc. Le minestre sono di solito dense e sostanziose e molto spesso, nel passato, sostituivano il secondo piatto.

I piatti tipici slovacchi sono: le specialità della Slovacchia sud e ovest - arrosto d'oca e d'anatra, i piatti tipici di tutto territorio slovacco - specialità di selvaggina, specialità di maiale (salsicce, cotechini,…), piatti a base di pesce, soprattutto la trota, carpa, luccio.
Nel passato nella cucina slovacca dominavano i piatti senza carne, soprattutto a base di farina, come per esempio i già nominati "halusky" (gnocchi) - che venivano preparati dall'impasto di farina e patate, accompagnate con il formaggio di pecora (bryndza), coperto con pancetta, o con la combinazione con i crauti, o con la ricotta; ed i "pirohy" - sono una specie di ravioli italiani, di solito ripieni con la ricotta, formaggio di pecora (bryndza) o la versione dolce - ripiene con marmellata, frutta cosparse con il papavero o con le noci tritate.
L'eccellente gusto e aroma delle specialità slovacche vengono bene accompagnate con i vini slovacchi di ottima qualità, provenienti dalla zona di Bratislava ( Rheinriesling, Welschriesling, Gruner Veltliner, Traminer, Silvaner e Muller-Thurgau) e della Slovacchia orientale (il tokai), ma anche con la vasta offerta di birre slovacche (Zlaty bazant, Kelt, Topvar, etc).
I tipici aperitivi slovacchi sono la slivovica (slivovitz), borovicka (grappa di ginepro), demanovka (aperitivo a base di erbe), etc.
ALCUNI PIATTI TIPICI
Kapustnica - minestra di crauti con salsicce
Bryndzove halusky so zincicou (foto) - gnocchi di patate con formaggio di pecora, lardini abbrustoliti e siero di latte di pecora
Husacia pecienka - fegato d'oca
Pstruh na rasci a zemiaky - trota al cumino cotta al forno con patate
Svieckova na smotane - lombo di maiale arrosto con salsa alla panna e senape
Pirohy s lekvarom - ravioli, con ripieno di marmellata, ricoperti di noci tritate
Sulance s makom - gnocchetti zuccherati con crema di semi di papavero e burro fuso
Slivkove/tvarohove knedle - palline zuccherate di pasta, ripiene di prugne/ricotta
BEVANDE
Acqua - voda
- gassata - perliva voda
- minerale (liscia) - neperliva voda
Aperitivo - aperitiv
Grappa - palenka
- Slivovitz (grappa di prugne) - slivovica (pronuncia - sslivovitza)
- Grappa di ginepro - borovicka
Birra - pivo
- alla spina - capovane pivo (ciapovane)
- chiara - svetle pivo
- scura - tmave pivo
Vino - vino
- bianco - biele vino
- rosso - cervene vino
- brule - varene vino
- demi-sec - polosuche vino (polossuhhe)
- novello - burciak
- secco - suche vino (ssuhhe)
- sfuso - sudove vino
- spumante - sumive vino (sciumive)
Caffè - kava
- espresso - preso kava (presso)
- con panna - kava so slahackou
- corretto e panna - viedenska kava
- turco - turecka kava (turetzca)
Succo - dzus/stava (giuss)
- d'arancia - pomarancovy dzus (pomaranciovi giuss)
- di frutta - ovocna stava (ovotzna)
Tè - caj (ciai)
- tè con limone - caj s citronom (ciai ss tzitronom)
 

[Homepage]