BLITZ KRIEG

Il titolo del viaggio deriva dal fatto che la missione in Slovacchia è stata un’operazione – lampo che ha dato soddisfazioni e successi con costi contenuti.
Così sabato mattina 23 aprile 2005 il Presidente – Art Director e il Responsabile Progetti di Sviluppo si incontrano nell’abitazione presidenziale assieme al neo-socio Andy ed all’amico Matteo proveniente da Latisana. Carico valigie sulla Smart “For four” noleggiata a modico prezzo dal Presidente e partenza per Nitra.
Tappa a Tarvisio per caffè e bollino con prosecuzione sotto un cielo variabile che procura qualche perplessità.
Giunti in Slovacchia il Presidente si mette alla guida conducendo in breve tempo il gruppo all’hotel Olympia.
Dopo aver contrattato il prezzo (10 euro a testa per notte) grazie al Presidente che parla lo slovacco, il gruppo si è sistemato in 2 camere doppie; dopo una doccia ed un cambio abiti tutti a cena al Boccaccio, e poi al Capital a bere un caffè col capo cameriere che voleva propinare al gruppo ragazze a pagamento.
Declinato l’invito è cominciato il giro locali della città capitanato dal Presidente – Art Director che conosce bene il posto.
Danze e bibite al Mexiko, al Barracuda e al Rio con la conoscenza di 2 tipe da parte del neo-socio Andy.Rientro a piedi verso le tre dal Mexiko con passaggio davanti al teatro e alla via di locali adiacente allo stesso con visione di una violenta scazzottata tra 2 autoctoni.
L’amico Matteo, senza sapere nemmeno una parola di slovacco ha preso l’iniziativa di andarli a dividere. Con qualche rischio e decine di parolacce i tre “Farabulli” lo hanno trascinato via di forza per evitare che uno dei 2 avesse reazioni spiacevoli con conseguenze drammatiche.
Salita in taxi ed arrivo a destinazione in 3 minuti con un prezzo di 1 euro (da dividere in 4…) con improvvisazione di un talk-show in camera da parte del Presidente e del Responsabile Progetti di Sviluppo.
L’idea divertente ha servito a scaricare la tensione dello spiacevole avvenimento per poter continuare in maniera giusta la simpatica missione pianiFICAta.
Infatti, dopo un’abbondante dormita e un corposo pranzo al Boccaccio, il trio si è dedicato a svariate attività. Matteo ed il Responsabile sviluppo hanno visitato la città ed i centri commerciali, mentre il Presidente ed il neo-socio si sono diretti a Topolcany (sbagliando strada ed arrivando con 1 ora di ritardo) per incontrare le 2 tipe del giorno precedente.
Anche se solo una era avvenente mentre l’altra decisamente sovrappeso, la chiacchierata e le bibite in compagnia hanno divertito il Presidente; non si può dire lo stesso del neo-socio Andy, in quanto, non conoscendo la lingua locale dipendeva dalle traduzioni presidenziali.
Comunque dopo averle salutate CALOROSAMENTE i due sono rientrati a Nitra, incontrando gli altri amici e cenando insieme tutti quattro al Boccaccio.
La sera di domenica 24 aprile i tre (il collaboratore Matteo era rimasto in hotel per una leggera influenza) la hanno trascorsa in giro per Nitra e dintorni con un riscontro deludente per la maggioranza di locali chiusi o semivuoti. I locali a luci rosse (uno spogliarello ci stava) hanno impressionato i Farabulli per la mancanza di ragazze che erano “in ferie”, o perlomeno così era stato comunicato. Rincasati comunque alle 03.00 è stato improvvisato in camera il solito talk-show con le imitazioni del Presidente – Art Director, contornate dalle trovate del Responsabile Progetti di Sviluppo e coadiuvate da Andrea che russava come una locomotiva divertendo i due Top Managers succitati.
La giornata di lunedì 25 aprile, dopo un travagliato risveglio alle 10.30 di mattina, ha visto la partenza per Bratislava del quartetto con tentativo (infelice) di una strada alternativa da Trnava alla capitale, che ha ritardato di una mezz’ora l’arrivo della Farabulli nella città principale.
Una passeggiata in centro ha condotto i quattro in un ristorante della piazza dove sono state consumate prelibate pietanze che hanno caricato i Farabulli per il viaggio di ritorno.
Verso Vienna, il Presidente ha schiacciato un pisolino, cedendo i comandi dell’auto al neo-Socio Andy che ha toccato a tratti i 200 all’ora sfruttando appieno i cavalli della “Forfour”.
Arrivo in Italia verso le 21.00 e arrivo a casa del Presidente alle 23.00. Scarico valigie saluti e partenza per casa dei Soci.
FARABULLI SPA : LA FORZA DELL’AMICIZIA COL POTERE DELLE IDEE.

[Homepage]